top of page

Maggio 2024: un mese mariano pieno di Grazie

Il mio primo mese di maggio tra voi è stato segnato da tante sere in cui sono andato a recitare il Rosario in posti della nostra Unità Pastorale dove non ero mai stato: in chiesette, cappelle, maestà spesso chiuse e che in questo mese sono diventati luoghi di ritrovo per pregare insieme.


Ogni volta per me era una gioia grande, trovare persone dalla Fede semplice, ma genuina: è stato commovente essere accolto ogni volta con gioia per condividere la bellezza del nostro cammino di vita cristiana… un cammino fatto anche di dolore, di fatica, di solitudine, ma sempre nella Speranza che c’è una Mamma per tutti noi che ci ascolta e che ci invita a guardare a suo Figlio, Gesù.


Mi ha consolato molto, vedere quante persone vivano un affidamento reale e fiducioso alla nostra “Mamma del Cielo”: posso dire di essere stato rafforzato nella Fede anch’io da voi, perché in fondo abbiamo tutti bisogno di essere ascoltati e di non sentirci soli ad affrontare le inevitabili difficoltà e gli imprevisti della vita. Meditavo, ancora una volta, che è davvero una Grazia poter avere una “porta” a cui bussare con insistenza, a cui chiedere aiuto, a cui raccontare la nostra fatica, il nostro dolore, ciò che ci turba, perché c’è una Madre che ascolta, accoglie e prega incessantemente “per noi peccatori”, come la Chiesa ci fa dire nell’Ave Maria.


La Madonna desidera e attende che noi, suoi figli, ci rivolgiamo a Lei. Dobbiamo, allora, custodire la certezza che le tante situazioni che portiamo nel cuore, il grido nostro e del mondo intero, vengano accolti nel suo cuore materno e presentati a Dio Padre, proprio secondo quell’invito di Gesù: bussate, non stancatevi di bussare, e vi sarà aperto.


La mia gratitudine personale, di parroco, va a tutti coloro che hanno guidato e animato la preghiera nei vari luoghi della nostra Unità Pastorale, per quanti hanno preparato e abbellito i luoghi, segno di una Fede profonda che ha segnato la storia della nostra terra e delle nostre comunità.


Per questo, vorrei che la Solennità del Corpus Domini, che celebriamo domenica, possa essere davvero un rendimento di grazie a Dio per questo mese di maggio in cui ci siamo trovati insieme a pregare: grazie per chi ci è stato ed è testimone gioioso della Pasqua di Gesù, per i tanti ragazzi delle nostre parrocchie che hanno nel tempo pasquale celebrato la loro Cresima, la prima Confessione o ricevuto la prima Comunione, e affidando le coppie di fidanzati che nelle prossime settimane celebreranno il loro Matrimonio.


Don Carlo Menozzi

31 maggio 2024


In rappresentanza di tutti i luoghi delle nostre parrocchie citati da don Carlo, di seguito pubblichiamo immagini relative alla recita del Rosario in alcune chiese, oratori e maestà dell'unità pastorale. Ricordiamo anche che nella prima settimana di maggio abbiamo partecipato alla staffetta di Preghiera per la Pace, in comunione con il vescovo Giacomo e la diocesi.


Il nostro mese mariano è iniziato nel santuario dedicato alla Beata Vergine Maria di Pontenovo e si è concluso alla pieve di Santa Maria Assunta di Pianzo, come in un grande abbraccio della nostra Madre Celeste che tutti ci protegge!












105 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page